Come nasce la tradizione dell’Albero di Natale

L’inverno è quella stagione dell’anno che ci avvicina alla ricorrenza del Natale. Festività festeggiata nella maggior parte del mondo che vanta le sue tradizioni.

L’albero di Natale è una di queste e ogni anno inizia la caccia agli addobbi più particolari e appariscenti per rendere unico il proprio albero. Aldilà dell’aspetto consumistico ed estetico della situazione questo rituale compiuto meticolosamente da innumerevoli persone nasce secondo una storia che forse non tutti conoscono.

Qual è stato il primo albero di Natale?

L’albero nel corso dei millenni ha simboleggiato sempre la vita e la morte ed è presente nelle varie culture con significati molto simili. Chi erroneamente ritiene che la tradizione dell’albero di Natale sia di recente invenzione cade in un errore piuttosto grossolano.

Questa tradizione prende piede nel nord Europa, principalmente nei paesi germanici che usavano ornare i sempreverdi per festeggiare l’inizio del solstizio di inverno come auspicio affinchè il sole tornasse presto a illuminare le loro vite.

Ma non solo, l’albero veniva adornato con fiori, fiocchi e lanterne attribuendo alle lanterne il significato di anime che avevano il compito di illuminare le loro vite. Quindi possiamo vedere che questa usanza è molto antica e ben lontana dalla festività del Natale pur coincidendo nello stesso periodo.

Albero di Natale e cristianesimo

La tradizione di addobbare alberi con ornamenti vari preesiste al cristianesimo. Agli albori il culto cristiano non tollerava questa tradizione in quanto era ritenuta protestante. Successivamente si ebbe una leggera tolleranza verso quest’uso, però, invece del classico abete, veniva utilizzato l’agrifoglio.

Perché mai? Per avvicinare la tradizione al cristianesimo, in quanto le foglie dell’agrifoglio venivano associate alle spine della corona di Cristo e le sue bacche alle gocce di sangue versate da questi durante la Passione. Nel corso dei secoli poi questa tradizione si è modificata fino ad arrivare agli inizi del novecento ad essere poi concepita come noi la intendiamo.

Nella metà del novecento, sotto il pontificato di Giovanni Paolo II, prende inizio la tradizione di addobbare un enorme albero di Natale nella città simbolo del cristianesimo e così l’albero viene definitivamente affiancato alla tradizione del presepe.

La spiegazione cattolica più che altro è allegorica in quanto addobbare l’albero consiste in una celebrazione del legno associata al legno della croce di Cristo, la croce che ha redento il mondo

Per concludere

Ora finalmente possiamo con maggiore consapevolezza addobbare il nostro albero di Natale ricordando sempre il significato e il valore che questo rituale ha avuto e ha ancora oggi per molte persone.

Quindi dopo questa lettura ogni addobbo del vostro albero richiamerà la tradizione che più vi affascina e vi appartiene, sicuramente sceglierete gli addobbi non più soltanto per un fattore estetico ma in funzione dell’importanza che darete alla tradizione, trascorrendo il rituale non solo come momento di divertimento ma come momento di riflessione.