Conservazione alimentare: il congelatore

Il susseguirsi di guerre, di carestie, ha innescato nei nostri antenati la necessità di pensare al domani conservando quel che si ha oggi. Gli uomini primitivi, anch’essi a loro modo facevano scorta delle prede per superare l’inverno ed anch’essi pensavano dunque al futuro con le ricchezze del presente.

Man mano che l’evoluzione dell’uomo è andata avanti, si sono fatti passi da gigante per la possibilità di conservare alimenti a lungo termine. Dai conservanti chimici agli elettrodomestici che ne favoriscono la conservazione il passo è stato molto breve e ben presto, grazie alle sperimentazioni scientifiche ed alla ricerca si è giungi alla soluzione: il congelatore.

Il congelatore

Uno degli elettrodomestici più usato per la conservazione degli alimenti è il congelatore; una sorta di frigorifero che tramite serpentine esterne piene di gas, trasforma il calore in temperature basse tali da ghiacciare i prodotti deposti al suo interno.

Tutti i liquidi presenti nel congelatore si congelano, assumendo, pertanto, forma solida. Dunque tutto ciò che è liquido si congela, permettendo di poter conservare pietanze sia liquide che solide per lunghi periodi di tempo senza che queste si danneggino; infatti, l’acqua presente nelle verdure e il sangue delle carni si solidifica durante il processo di congelamento, rallentando (non bloccando) il processo di decomposizione dei cibi.

Grazie al suo fondamentale utilizzo e alla vastità di modelli presenti sul mercato, il congelatore è da sempre un elettrodomestico presente in ogni cucina.

Questo è nato come pezzo integrante del classico frigorifero che al suo contrario, serve solo per tenere freschi gli alimenti da conservare, piuttosto che congelarli del tutto. I primi frigoriferi con congelatore che furono messi sul mercato, infatti, avevano due porte: una grande con un corpo quasi pari all’altezza totale dell’elettrodomestico che era solo frigo, ed un’ altra piccola porticina posta in alto con un piccolo vano come congelatore.

Tuttavia, negli anni il congelatore ha preso il sopravvento ed i frigoriferi hanno subito grande trasformazioni; frigoriferi con scomparto a tre cassetti per congelatore ed un’unica porta frigo, altri con due ante, una frigo ed una congelatore, e così via fino ad arrivare ad avere in casa un elettrodomestico unicamente congelatore a volte con misure enormi, grande come armadi.

Utilizzo Professionale

Altra variante del congelatore è la cella frigorifera che, se portata sotto certi livelli, può fungere anch’essa da congelatore. Basti pensare ai camion che trasportano gelati su larga scala o, per farla più semplice, basti pensare al famoso “furgoncino del gelato” il cui passaggio allietava il pomeriggio di bambini in tutto il mondo.

Questi particolari mezzi, infatti, non sono altro che congelatori su ruote, dotati di serpentine e collegati alle batterie della vettura, questi garantiscono che il prodotto consegnato o venduto rispetti sempre il massimo della qualità, così da soddisfare anche i clienti più esigenti.

Quindi, che voi siate dei privati o dei venditori di gelato, ci sono altissime probabilità che abbiate già avuto a che fare con un congelatore, ma se così non fosse, ricordate di considerare quello che avete letto in questo articolo e soprattutto tenete a mente che un elettrodomestico così elaborato ha dei relativi costi di mantenimento e manutenzione, che corrispondono a circa 20 euro al mese, ossia 90kWh di consumo energetico.

In ultimo, una cosa che non tutti sanno: il congelatore consuma meno se pieno, quindi non esitate ad acquistare kili e kili di gelato!