Cosa bisogna sapere sull’hard disk esterno

Vi è mai capitato a causa di un guasto al computer non poter recuperare immediatamente alcuni dati molto importanti? A tutti è successo almeno una volta nella vita! Esiste un modo però semplice e sicuro per non abbattersi in quei momenti e non lasciarsi divorare dall’ansia e dall’angoscia di non riuscire a recuperare più i dati salvati nel computer.

La prevenzione è la cosa migliore che una persona può pensare di fare e anche in questo caso può essere molto utile. Come? Comprando per tempo un hard disk esterno in modo da salvare su di esso tutti i dati contenuti nel pc. Leggendo nelle prossime righe vi renderete conto di quanto effettivamente sia necessario utilizzare questo piccolo supporto esterno per semplificare la vita e per mettere in sicurezza tutti i file presenti sul computer.

L’hard disk sostanzialmente è una periferica sia di input che di output in cui vi è un disco rigido all’interno di un case, dotato di porte per poter connetterlo ad un pc.

La funzione dell’hard disk è quella di archiviazione di file e questo dispositivo si collega al pc tramite tecnologie USB, FireWire, SCSI, eSATA. Alla vista si presenta come un dispositivo piccolo e leggero, generalmente di dimensioni ridotte, facilmente trasportabile e dal design elegante e raffinato.

Perché utilizzarlo?

Generalmente si pensa all’hard disk nelle occasioni in cui abbiamo necessità di mettere al sicuro i nostri dati, ma chi utilizza il computer per lavoro potrebbe avere necessità di avere a disposizione i dati su più postazioni e pertanto l’hard disk rende possibile tutto ciò in modo semplice e veloce, senza dover portare ovunque il proprio pc.

Come già accennato è utile per salvare copie di file o programmi, ma è utile anche per mantenere in buona salute il pc in quanto sarà il custode dei file meno utilizzati e darà maggior respiro in termini di spazio e velocità al pc.

Archiviare i dati su un hard disk non è solo una comodità, ma anche una sicurezza in quanto è possibile così mettere al sicuro i file con contenuti più delicati da eventuali intromissioni che possono giungere dal web, in quanto l’hard disk può essere scollegato da connessioni.

Qualche cenno sugli hard disk multimediali

Esistono poi i famosi hard disc multimediali, dei dischi rigidi esterni, che rendono possibile la registrazione in tempo reale di file multimediali direttamente dalla fonte con l’ausilio degli appositi cavi per il collegamento.

I cavi utilizzati per collegare la periferica alla fonte possono essere differenti, in genere però il collegamento avviene tramite porta usb, presa scart o con un comune cavo di antenna. Questi file poi in un secondo momento possono essere visualizzati direttamente sullo schermo del televisore.