Categoria: Innovazione

Recent Posts

Cosa bisogna sapere sull’hard disk esterno

Vi è mai capitato a causa di un guasto al computer non poter recuperare immediatamente alcuni dati molto importanti? A tutti è successo almeno una volta nella vita! Esiste un modo però semplice e sicuro per non abbattersi in quei momenti e non lasciarsi divorare dall’ansia e dall’angoscia di non riuscire a recuperare più i dati salvati nel computer.

La prevenzione è la cosa migliore che una persona può pensare di fare e anche in questo caso può essere molto utile. Come? Comprando per tempo un hard disk esterno in modo da salvare su di esso tutti i dati contenuti nel pc. Leggendo nelle prossime righe vi renderete conto di quanto effettivamente sia necessario utilizzare questo piccolo supporto esterno per semplificare la vita e per mettere in sicurezza tutti i file presenti sul computer.

L’hard disk sostanzialmente è una periferica sia di input che di output in cui vi è un disco rigido all’interno di un case, dotato di porte per poter connetterlo ad un pc.

La funzione dell’hard disk è quella di archiviazione di file e questo dispositivo si collega al pc tramite tecnologie USB, FireWire, SCSI, eSATA. Alla vista si presenta come un dispositivo piccolo e leggero, generalmente di dimensioni ridotte, facilmente trasportabile e dal design elegante e raffinato.

Perché utilizzarlo?

Generalmente si pensa all’hard disk nelle occasioni in cui abbiamo necessità di mettere al sicuro i nostri dati, ma chi utilizza il computer per lavoro potrebbe avere necessità di avere a disposizione i dati su più postazioni e pertanto l’hard disk rende possibile tutto ciò in modo semplice e veloce, senza dover portare ovunque il proprio pc.

Come già accennato è utile per salvare copie di file o programmi, ma è utile anche per mantenere in buona salute il pc in quanto sarà il custode dei file meno utilizzati e darà maggior respiro in termini di spazio e velocità al pc.

Archiviare i dati su un hard disk non è solo una comodità, ma anche una sicurezza in quanto è possibile così mettere al sicuro i file con contenuti più delicati da eventuali intromissioni che possono giungere dal web, in quanto l’hard disk può essere scollegato da connessioni.

Qualche cenno sugli hard disk multimediali

Esistono poi i famosi hard disc multimediali, dei dischi rigidi esterni, che rendono possibile la registrazione in tempo reale di file multimediali direttamente dalla fonte con l’ausilio degli appositi cavi per il collegamento.

I cavi utilizzati per collegare la periferica alla fonte possono essere differenti, in genere però il collegamento avviene tramite porta usb, presa scart o con un comune cavo di antenna. Questi file poi in un secondo momento possono essere visualizzati direttamente sullo schermo del televisore.

Cuore della cucina, il piano cottura: funzionamenti e tipologie

La zona più importante in ogni casa è la cucina, il focolare domestico. Ogni donna prima di ogni altra cosa guarda l’ambiente dove impegnerà maggiormente il suo tempo. Il luogo in cui potrà sbizzarrirsi in mille fantasie e allietare la sua famiglia, i suoi ospiti.

La cucina è indubbiamente la stanza più importante di una casa e tutto l’arredamento è fondamentale per renderla perfetta. Gli spazi vanno studiati, definiti su misura. Gli elettrodomestici ne fanno la differenza.

Il piano cottura, per esempio, è parte importantissima perché è lì che si cucinerà ed è da lui che dipenderà buona parte dei risultati dell’arte culinaria.

Un buon piano cottura deve avere almeno sei fuochi, ben distanziati tra loro. Le misure dei fuochi devono essere a scalare dal più piccolo al più grande per permettere alla moka di fare il suo buon caffè ed al ragù di scoppiettare nella sua bella pentola grande.

Tipologie

Sul mercato si ha una vasta scelta di modelli dai più funzionali ai meno, da quelli stravaganti a quelli classici, economici e professionali, a gas e a induzione. La nostra fantasia non ha freni ed avendone la possibilità si può creare veramente una cucina da favola con una piano per cottura degno del più grande chef.

I piani cottura più venduti sul mercato sono quelli alimentati a gas. Ottima la realizzazione di un piano incavato per i fuochi ad almeno tripla corona. Un’accensione della fiamma pilota elettrica con valvola di sicurezza nel caso di spegnimento accidentale della fiamma, ideata per evitare la fuoriuscita di gas indesiderata.

Nati sul mercato prodotti con sistema a induzione. Costituito da un unico piano realizzato in vetroresina che copre le resistenze alimentate dalla corrente e che emanano calore senza dunque fuoriuscita di fiamma.

Il rendimento è efficace, la cottura è regolabile dalla possibilità che si ha nell’impostare la temperatura. Non vi è dispersione di calore non essendoci fiamme vive e allo stesso tempo non vi sono possibili perdite di gas.

Il piano è omogeneo e liscio e può essere pulito con un panno umido senza trovare alcun ostacolo.

Nei piani a gas abbiamo la possibilità di scegliere quelli senza giunture che ne facilitano la pulizia ma che comunque trovano l’ostacolo dei fuochi. Si possono utilizzare griglie in ghisa, resistenti e facili da pulire.

Al contrario dei piani di cottura a gas, quelli piano cottura elettrico costringono l’acquirente a controllare il proprio sistema di impianto elettrico per valutarne la potenza e la capacità di ottimizzare al meglio l’utilizzo ed il consumo della propria cucina.

Realizza la tua cucina

Una volta capito e deciso dove andrà il tavolo con le sue comode sedie, la credenza per le stoviglie ed i piatti, il frigorifero, la tv…puoi sbizzarrirti e realizzare la tua cucina incassando in muratura lavello e piano cottura e magari aggiungerci un bel piano di lavoro tutto in marmo.

Il piano cottura in questo caso potrà essere posizionato alla giusta distanza dal getto di acqua del lavello e poco distante dal piano di lavoro per favorirne l’uscita delle portate. Sarà creare una cucina a propria immagine, unica nel suo essere come te.

Ecco qualche informazione sul porta tv

Il televisore come tutti gli elettrodomestici merita una adeguata collocazione all’interno dell’ambiente, in particolare è molto importante per avere una ottima visuale scegliere la postazione più idonea e assicurarsi di supportarla col giusto complemento, in modo da utilizzare al meglio la visuale che essa offre.

In base ai modelli di tv è possibile trovare diverse soluzioni per collocarla, ma ciò che veramente conta sono i gusti e soprattutto è necessario identificare la tipologia di supporto da utilizzare.

Quali caratteristiche deve avere?

A prescindere che il supporto sia da parete o da appoggio, molto importante è che esso assicuri stabilità e sicurezza al televisore.

I nuovi televisori ultrapiatti hanno la pecca di essere instabili e quindi a prescindere dalla tipologia deve garantire stabilità ma anche funzionalità, in modo da poter ruotare comodamente e in sicurezza il televisore senza rischi e garantire la visione da diversi punti.

Supporto da appoggio o da parete?

La domanda sorge spontanea ma non è di difficile soluzione…ciò sarà dettato dalle vostre esigenze! Se la vostra intenzione è di collocare la tv con un porta tv da parete senza collegare ad essa ulteriori accessori, l’ideale sarà il supporto da parete.

Se invece la vostra idea è di collocare la tv in una postazione e collegare ad essa altri apparecchi o semplicemente vi sentite più sicuri per un mobile da appoggio il gioco è fatto.

Basta scegliere il complemento d’arredo che più si addice allo stile dei vostri mobili e posizionare il televisore. In questo modo avrete sia la base d’appoggio per la tv sia un mobiletto da utilizzare a vostro piacimento alloggiando gli altri dispositivi necessari per l’utilizzo del televisore.

Varie tipologie di mobili da tv

Grazie al design piatto i nuovi televisori possono essere considerati dei veri e propri complementi d’arredo, quindi è importante per ogni televisore acquistare il giusto supporto. In commercio esistono differenti soluzioni a prezzi veramente competitivi ma in generale possono essere distinti in alcune categorie.

Una categoria molto diffusa è quella delle basi girevoli costruite in legno o acciaio la cui principale caratteristica è la robustezza in modo da supportare il peso senza correre il minimo rischio.

Vi sono poi i supporti a parete che consistono in delicate staffe da agganciare al televisore in modo da fungere da supporto e al contempo permettere la rotazione e l’angolatura. Il classico mobile fisso molto diffuso è un vero e proprio mobile che supporta la tv sia appoggiandola sia fissandola ad un pannello verticale.

Infine abbiamo il porta tv da parete che consiste in un complemento d’arredo sospeso, fissato alla parete che accoglie negli appositi spazi il televisore e i suoi vari accessori. Vista la grande varietà è impossibile non trovare il porta tv più adatto alle vostre esigenze…basta solo fissare un budget e buttarsi alla ricerca del mobile ideale.

Innovazione nelle costruzioni: come cambieranno i prodotti

L’innovazione tecnologica è anche al nostro servizio nella realizzazione di case sempre più efficienti e confortevoli, e comunque, al settore delle costruzioni in generale.

C’è un vero e proprio travaso di tecnologia da altri settori verso quello delle costruzioni, le più affascinanti arrivano addirittura da quello aerospaziale.

Ogni settore delle costruzioni è caratterizzato da sempre maggior contenuto tecnologico, a volte invisibile agli occhi di chi non è esperto, ma comunque presente e prezioso.

Innanzi tutto dal punto di vista strutturale esistono tecniche e materiali innovativi inimmaginabili per tutti nei secoli precedenti o addirittura solo pochi decenni addietro, sia in termini di resistenza pura, che in termini di prestazioni secondarie che comunque contribuiscono ad incrementare le situazione globale della costruzione.

Le innovazioni tecnologiche la fanno da padrone anche in settori non prettamente strutturali, ma comunque in settori che sono importantissimi per il benessere degli occupanti.

Non solo resistenti

Immaginiamo il settore del rivestimento degli edifici, che presentano problemi con cui i costruttori si sono da sempre battuti, pensiamo alla condensa, o all’insufficiente isolamento termico, all’inerzia termica o alla necessità di garantire sia il caldo in inverno che il fresco in estate.

Non è mica facile coniugare tutte queste esigenze in un unico sistema di rivestimento esterno. La tecnologia aiuta con materiali innovativi, molto leggeri e molto isolanti, in grado di ridurre al massimo le dispersioni e i cosiddetti ponti termici.

O comunque pensiamo a come questo tipo di problemi sono stati attenuati con l’uso di tecniche innovative piuttosto che di materiali, basti pensare all’uso di tetti ventilati, o di facciate ventilate, che in modo geniale, e con una banalissima intercapedine, si risolvono molto facilmente e in modo egregio le problematiche citate.

Rivestimenti interni innovativi

Le innovazioni stravolgono anche il settore dei rivestimenti interni, che raggiungono gradi di resistenza all’usura notevoli, o riescono a garantire facilità di montaggio inimmaginabili agli operatori del settore di qualche anno fa. Un esempio?

Esistono pavimenti “adesivi” in grado di riprodurre facilmente e in modo efficacissimo l’effetto tattile estetico di qualsiasi tipo di materiale, che sia legno, marmo, o qualsiasi altra cosa. Ma all’ottima resa visiva si associa anche una facilità ed economicità di esecuzione, basta più demolizioni, rimozioni posa lunga e costosa, d’ora in poi in pochi millimetri di spessore si incolla il nuovo pavimento direttamente su quello vecchio, con un risparmio di tempo e costo incredibile.

E che dire delle soluzioni più “stravaganti” che siamo pronti a scommettere, saranno di uso comune fra qualche decennio. Come la parete costituita da metalli particolarissimi, come i pannelli di rivestimento costituiti da leghe di titanio, un regalo alle costruzioni direttamente dalle tecnologie militari.

Citiamo ancora un materiale sconosciuto per ora, il vetro intelligente, in grado di filtrare secondo le necessità la luce e il calore trasmesso, un bel passo in avanti rispetto alle soluzioni tradizionali di oggi, tende scure e quant’altro.