Novità dell’innovazione sportiva

Fa impressione guardare le immagini in bianco e nero delle olimpiadi di diversi decenni fa, osservare maratoneti scalzi, guardare biciclette rudimentali, palloni di cuoi per il calcio pesantissimi ed imprecisi, o ancora leggere la storia del primo campione centrometrista dell’epoca moderna delle olimpiadi presentarsi all’evento del 1896 a Londra con le scarpe regalate dai compaesani, che avevano fatto una colletta.

Soprattutto fa impressione paragonare questo ricordo sbiadito con quella che è la realtà degli ultimi decenni, e soprattutto degli ultimi anni.

Gli interessi economici nello sport, che sono diventati sempre maggiori negli ultimi decenni, hanno fatto sì che lo sport in genere da evento gradito dalle masse diventasse un evento in grado di generare volumi economici incredibili, basti pensare al calcio ad esempio, o alla formula 1 o al Basket a stelle e strisce.

D’altro canto, e di pari passo, la tecnologia negli ultimi decenni ha fatto passi da gigante, diventando sicuramente più accessibile a chiunque dispone di capitali, e neanche troppo eccessivi.

Il risultato di questi due ingredienti non può che essere scontato, e allo scopo di attirare sempre maggiori utenti, lo sport è diventato grande consumatore di svariati tipi di tecnologia. L’obiettivo è sempre lo stesso, mettere in condizione i propri atleti di offrire al pubblico prestazioni sempre più competitive, sempre più affascinanti, estreme, belle, e soprattutto, vincenti.

I materiali

La mente corre alla tecnologia dei materiali, e a quello che si è visto negli ultimi anni, da costumi a bassissimo coefficiente di attrito per i campioni del nuoto, alle tute alari che riescono a far volare un uomo, ricordiamo ancora lo stupore quando questa tecnologia è stata vista dal mondo intero, o ancora alle racchette ipertecnologiche dei campioni di tennis.

Sport di squadra molto seguiti, come calcio e basket, usufruiscono dell’attenzione dei giganti del marketing, che si occupano di produrre accessori sempre più tecnologici, dalle divise concepite con l’uso di tessuti tecnici, ai gioielli di tecnologia che sono le scarpe calzate da questi campioni, in grado di portare all’estremo le prestazioni degli atleti.

Basti pensare alle scarpe dei velocisti, e quanta tecnologia sia contenuta in poche centinaia di grammi, e quanta ricerca e fondi sono stati necessari per realizzarli.

Il top della tecnologia, si è sempre avuto e sempre si avrà negli sport motoristici, come le corse motociclistiche, o ancora in modo estremamente più pronunciato, nella formula 1, dove, con un po’ di attenzione, vedremo soluzioni tecnologiche incredibili, che avremo a disposizione di tutti almeno fra un decennio.

I laboratori

Esiste un settore della tecnologia che non è molto famoso fra i tanti, a dire il vero, ovvero quello della preparazione atletica coadiuvata dai più moderni mezzi tecnologici. Le squadre di calcio, ma non solo, sono dotate di modernissimi laboratori in cui vengono analizzate le prestazioni dei più grandi atleti, e se necessario, vengono apportati miglioramenti alle tecniche di allenamento, allo scopo di portare il proprio campione sempre una spanna sopra gli altri.